Hosting e sistemisti da 1500€ al mese.

Perchè la mediocrità altrui non farà mai eccellere la tua impresa.

on

In tutti i miei casi di successo come sistemista Linux e Hosting WordPress ho letteralmente massacrato la controparte, spesso aziende veramente grandi con fatturati di svariate decine di milioni di euro l’anno.

Ad esempio, ci sono stati casi come quello di Rompipallone.it in cui con padronanza massacravo più tecnici sistemisti di Aruba.it che non riuscivano a far funzionare la cache, altri casi come quello del network di siti calcistici di Sportreview in cui distruggevo “metaforicamente parlando” i sistemisti di ServerPlan passando da 2 server ad uno e da costi di noleggio da 800 euro al mese a 300 senza alcun down, in altri casi in cui migravo istanze da Amazon AWS sotto la mia gestione, passando da canoni di gestione di 2000€ al mese a 600€, altri casi in cui si andavano ad accorpare 3 server in uno passando da 13 mila euro l’anno a 2000€ anno di costi di Hosting WordPress.

Insomma nella totalità dei casi (e sottolineo totalità) la controparte soccombeva in malo modo quando andavo a illustrare soluzioni e benefici che da li a poco sarebbero diventati contratti paganti con la gioia estrema dei clienti che andavano a risolvere problemi di performance ed un risparmio sui costi non indifferente.

Non abbiamo mai avuto clienti insoddisfatti di performance o di costi, se non i vecchi clienti della vecchia azienda low cost (hosting di siti a 30€ ad anno) che per necessità di cose sono stati invitati a cambiare lidi perchè oggi con 30€ non ci lavorano nemmeno i cinesi e anche solo una telefonata di un cliente che pretende la configurazione di Microsoft Outlook in assistenza remota non vale il canone annuale.

Esclusa questa piccolissima percentuale che ha fatto parte dello “scotto da pagare” per poterci concentrare solo ed esclusivamente su clienti reali esigenti (in quanto con esigenze particolari) e non su clienti che usano l’hosting come biglietto da visita e pensano che tutto sia dovuto in quanto paganti delle 4 lire all’anno, in tutti gli altri casi abbiamo clienti estremamente soddisfatti.

Vien da chiedersi come mai una piccola azienda come quella in cui lavoro, riesce a fare quel che fa, portando via clienti ad aziende molto grandi con fatturati da decine e decine di milioni di euro l’anno ?

La risposta a mio avviso è molto semplice : tutte queste grandissime aziende di Hosting si avvalgono di sistemisti dipendenti pagati una miseria.

Tutte le volte che ho avuto a che fare con un cliente che lamentava problemi di hosting su un’altra azienda mi sono sempre trovato a che fare con personale estremamente impreparato nell’affrontare problemi diversi da quelli standard per cui anche una scimmia ammaestrata sarebbe stata in grado di risolvere.

Voglio dire, un dipendente che sa dove e come si mette le mani su un server e la configurazione hardware e software è un dipendente che ha un valore oltre che un costo per l’azienda, ma se un sistemista senior viene pagato 1500 o 1600€ al mese (in alcuni casi anche molto meno) vien da chiedersi quale possa essere il suo valore per l’azienda dato che guadagna come un venditore di TV da Trony e che se sicuramente avesse buone carte da giocarsi, spenderebbe proficuamente le sue carte e il suo tempo nella libera professione o quanto meno pretenderebbe uno stipendio proporzionale al suo valore.

Io non lavorerei da dipendente nemmeno per 10 mila euro netti al mese.

Le cose stanno esattamente in questi termini, ho competenze e know how da poter spendere per clienti esigenti e situazioni estremamente difficili che possono generare cifre molto ma molto più elevate pertanto rifiuterei a priori un lavoro dipendente a cifre simili.

Che senso ha guadagnare 1500€ al mese, quando quella cifra potrebbe essere il canone di servizio di uno dei 1000 clienti che gestisci ?

Che senso ha strozzarsi con 1500€ – 2000€ – 5000€ – 10000€al mese, quando 200 clienti a 100 euro l’uno ti portano comunque 20 mila euro al mese solo di costi di servizio (senza contare gli extra e le sopravvenute) ?
Il problema è proprio questo, oggi le grosse aziende di hosting con decine di milioni di euro di fatturato l’anno continuano ad assumere sistemisti ad un tozzo di pane e ovviamente il loro servizio e competenza che riversano ai clienti dell’azienda è proporzionale al loro valore.

Un cliente che pertanto avrà necessità di conoscenza per la risoluzione di problemi di carico, performance, su siti importanti ad alto traffico non troverà nelle grandi aziende di hosting la risposta ai loro problemi, perchè queste aziende sono abituate ad assumere personale mediocre che faranno un’analisi mediocre, sceglieranno soluzioni mediocri, a costi mediocri con un grado di soddisfazione mediocre del cliente che magari non è mediocre e pertanto cerca e contatta quelli come me.

Internauta dal 1994, studente del corso di Laurea in Tecnologie Informatica in UNICAM, sono sviluppatore e sistemista Linux dal 2000. Fondatore di LEAD MAGNET S.r.l. e ManagedServer.it azienda di Hosting WordPress / WooCommerce ottimizzato e sistemistica Linux orientata alle performance. Vivo ad Arad in Romania dal 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.