Emanuele Sabatino e le cause del suicidio : Quando essere uomo in uno stato di togati è male.

AGGIORNAMENTO 4 GENNAIO 2022 : E’ stata istituita una raccolta fondi ufficiale a favore dei figli di Ema, potete trovare informazioni a questo link.

Era ora che qualcuno lo dicesse : Emanuele Sabatino è stato ucciso, istigato al suicidio.

La verità non la conosci mai davvero, soprattutto quando c’è di mezzo quel dolore maledetto che porta a gesti estremi. Però, finisci per conoscere la cronaca.

E’ successo anche con Emanuele Sabatino, “EmaMotorsport”, trovato morto il 9 dicembre nella sua officina, quella che lui stesso aveva reso famosa con i video in cui raccontava i segreti che si nascondono sotto il cofano delle auto. E’ stato un gesto estremo il suo e, a quanto dicono, è stato l’epilogo tragico e terribile di un periodo di crisi che avrebbe fatto seguito, sempre stando alla cronaca, alla separazione e all’affido esclusivo dei tre figli in favore della moglie *NOTA IMPORTANTE a fine articolo.

Ho visto diversi video, e mi entusiasmava il suo entusiasmo e il modo in cui faceva arrivare le cose. Gasava persino me che non sono in grado di cambiare l’olio ne le spazzole del tergicristallo.

Tuttavia non mi dilungherò sulla sua persona e quel modo gagliardo e solare che aveva di fare, ne sulle sue competenze in merito alle preparazioni delle auto sportive.

Voglio arrivare al punto : Emanuele Sabatino si sarebbe tolto la vita perchè di fronte ad un divorzio si è visto togliere i figli con un’affidamento esclusivo alla ormai ex moglie.

E non provate ad attribuire colpe alla ex moglie. Ci mancherebbe.

L’ex moglie ha tutto il diritto di lasciarlo per i motivi più disparati, persino i più futili, anche fosse solo il motivo che sia tornato a casa con un paio di scarpe Nike piuttosto che Adidas.

Questo rientra nella libertà di ogni persona e non sarà certo questo il luogo in cui andremo ad ipotizzare le cause e lo motivazioni delle loro questioni private e personali.

Le ipotesi non servono a nulla ed a nessuno, i fatti, quelli accertati invece servono a tutti.

Serve a tutti sapere ad esempio che qualche giudice abbia deciso con leggerezza che i figli dovevano essere affidati esclusivamente alla madre, lasciando un padre a fare cosa ?

Serve a tutti sapere che una notizia del genere che avrebbe scosso persino il più snaturato dei padri, sia stata data con una freddezza e naturalezza che nessuno ha potuto sapere come queste notizia avesse agito sulla sia psiche innescando quali emozioni, quali sensazioni, quali pensieri pessimistici di un futuro che probabilmente non riusciva più a vederlo.

Dove erano i servizi sociali, dove erano gli psicologi ? Dove erano quelle figure in italia mai esistite che avrebbero dovuto in qualche modo preparare al “peggio” facendo capire che non muore nessuno, che comunque rivedrà i figli, che cambieranno un po’ di cose a livello di orari a livello logistico ma sarà sempre un padre e potrà sempre condividere del tempo di qualità con i propri figli.

Metterlo nella condizione di comprendere che qualcosa sarebbe cambiato ma non sarebbe stata la fine del mondo, anzi.

Basta leggere i giornali, le statistiche della Caritas, sentire qualche psicologo o operatore sociale per rendersi conto come la prassi sia ormai consolidata in fase di separazione : i figli con la madre, l’uomo fuori dal tetto coniugale (dove magari continuerà a pagare il mutuo) e cospicua somma per gli alimenti di tutti.

Come sta l’uomo ? Chi lo sa. Fotte sega a nessuno eppure i dati ci sono, i numeri sono ben chiari e anche qualche titolo di giornale.

E’ normale tutto ciò in un paese che ama definirsi civile ?

La risposta è no. Sfido chiunque a dimostrare e convincermi del contrario.

Emanuele Sabatino è stato ucciso dal giudice che ha firmato l’affidamento esclusivo alla moglie. Se non ucciso fisicamente, quantomeno moralmente, eticamente, nella dignità e nel ruolo di padre.

Emanuele Sabatino avrebbe dovuto fare il culo metaforicamente parlando a questo giudice che manco si sarà degnato di vedere chi fosse, cosa facesse, ma Emanuele era troppo Signore per torcere anche solo un capello a qualcuno o essere sgarbato, per cui ha pensato di farsi del male in un momento di estrema fragilità e solitudine.

Ora, per colpa di quello che in italia è la norma e per colpa di qualche giudice (uno dei tanti togati di questo paese) troviamo una brava persona che non c’è più, e tre figli che cresceranno senza padre.

Argomenti questi che dovrebbero essere vangati in prima serata H24 e scuotere veramente l’opinione pubblica, invece sono 20 anni che sono argomenti saltuari da talk show, di cui se ne parla poco e ricadono nel dimenticatoio subito dopo.

E sia chiaro che questa non è una guerra di uomini contro le donne o di donne contro gli uomini, questo deve essere un monito che sproni la parte buona del paese contro delle istituzioni che sanno solo sentenziare e complicare cose invece semplici. La mancanza di appoggio dei servizi sociali e del supporto psicologico per cambiare in maniera graduale vita ed abitudini senza per questo farne un dramma.

E che sia chiaro un concetto : Emanuale Sabatino è stato ucciso da uno stato che fa acqua da tutte le parti.

Voglio ricordarlo così :

NOTA IMPORTANTE : 

Qualche utente ci ha scritto mettendo in dubbio che la vicenda sia imputabile alla motivazione del divorzio e dell’affido esclusivo.

Va precisato che quanto scritto è basato e derivato su quanto emerso e scritto altre testate giornalistiche online, forum e commenti. In alcun modo da parte mia esiste la certezza o un atto ufficiale pubblico che possa affermare onde ogni ragionevole dubbio l’affidamento esclusivo in fase di separazione. Sebbene non sia stato richiesto esplicitamente da alcuni commentatori, ho voluto aggiungere questa postilla come atto dovuto, ad esercizio di un diritto di replica, certo che eventuali dichiarazioni di chi coinvolto potrà sicuramente (qualora lo si volesse) mettere in chiaro alcune zone d’ombra ad oggi trattate forse con superficialità dalle moltitudine di testate che hanno scritto indiscrezioni sulle motivazioni non necessariamente corrispondenti al vero, senza problema alcuno a rettificare parte di quanto scritto o completamente, laddove ci siano testimonianze attendibili che possano far luce sulla vicenda-

In merito a coloro che hanno in qualche modo millantato di speculare sulla vicenda, si fa presente che in alcun modo il proprietario del sito trae profitto economico da tale blog personale, che risulta esente di pubblicità, spazi di adversting, forme di donazione e qualsiasi altro metodo / iniziativa finalizzata ad un guadagno di qualsiasi entità.

AGGIORNAMENTO 4 GENNAIO 2022 : E’ stata istituita una raccolta fondi ufficiale a favore dei figli di Ema, potete trovare informazioni a questo link.

Raccolta Fondi Ufficiale Emanuele Sabatino

 

47 pensieri riguardo “Emanuele Sabatino e le cause del suicidio : Quando essere uomo in uno stato di togati è male.

  1. Argomento delicato. La cosa che mi fa pensare, dopo aver letto il suo articolo è ma davvero è andata così? Ho rivisto un video, in cui veniva intervistato da Losacco Placido, in quel video Emanuele spiegava, gli enormi sacrifici fatti per rimettersi in piedi. Quella mentalità acquisita con studi, corsi, introspezione su se stesso e lo avevano portato ad essere, quello che era. Era un guerriero in tutti i sensi. Mi viene difficile credere, a questo gesto estremo, per una causa di separazione e assegnazione figli alla moglie. Ma è il mio pensiero. Forse, anche se dimostriamo di essere dei guerrieri, in realtà non lo siamo mai fino in fondo, ma chi può saperlo. Solo chi ci conosce veramente a fondo potrebbe e anche saperlo (ormai nel caso di Emanuele) non servirebbe a nulla. Quindi forse è il caso, visto la persona di cui si parla, di non dare colpe, per alimentare un proprio odio. Se ne andato. Solo lui sa il perché, punto.

    1. Sicuramente nessuno ha la verità in tasca e si tende ad ipotizzare da quello che sembra verosimilmente ad un nesso causale. Certamente ci sono casi documentati da lettere e messaggi in cui molti padri si sono tolti la vita di fronte a situazioni simili. Emanuele potrebbe essere “solo” uno dei tanti. Certamente non il primo, sarei felice fosse l’ultimo.

      1. Comunque non è sempre come dice lei….non sempre i padri di famiglia si trovano senza un tetto perché devono lasciare quello coniugale e invece le mogli/compagne sono belle tranquille con un tetto sulla testa … sicuramente il sistema non funziona ma per motivi a esperienza personale mi trovo sola con due bimbe, purtroppo un contratto di lavoro a tempo determinato,devo lasciare casa e nessuno me ne vuole affittare un’altra a causa del mio contratto…..il padre? Beh lui è andato via già mesi prima,si è sistemato in un appartamento,qui con “il culo” perterra ci resto io con le mie figlie…..quindi non sempre è così.Ripeto che sicuramente il sistema è sbagiato ma non sempre le madri sono agiate e tranquille solo perché gli vengono affidati i figli.

    2. Tu non hai, evidentemente, la minima idea di cosa implichi essere cacciato dalla persona con cui pensavi di passare l’eternità e che un giorno si scopre essere il tuo peggior nemico!
      Tu non hai la minima idea di cosa voglia dire perdere la casa che hai acquistato, ristrutturato, ammobiliato a costo di enormi sacrifici che tutto d’un tratto sembrano ridicoli.
      Tu non hai la minima idea di cosa voglia dire quando pensi di essere il centro dell’universo dei tuoi cuccioli e qualcuno ti dice che da domani sarai solo una comparsa nella loro vita.
      Tu non hai la minima idea……

    3. Buongiorno!!!!
      Me lo faccia avere questo atto di affido esclusivo
      VISTO CHE PARLA, LO VOGLIO VEDERE
      Voglio che le mi fornisca le prove di quanti si permette di scrivere, le pretendo !!!!!!
      Dovete tacere, tutti
      Rimango in attesa di una gentile risposta

      1. Ci si basa su quanto emerso dalle vicende di cronaca di altre testate. Anche qualora non fosse questa la realtà penso sia sufficiente leggere le testimonianze nei commenti per capire quanto sia radicato questo modus operandi.

        Lei invece è certa che sia andata diversamente ? Può dimostrarlo ?

      2. Se le cose sono andate diversamente potrà tranquillamente dimostrarlo. Qui nessuno accusa nessuno, se non alcune vicende che come vediamo nei commenti sono ormai troppo frequenti per essere considerate delle eccezioni e non la regola.

        Se poi questo non è il caso di questa tristissima vicenda ce ne faremo tutti una ragione. Non viene in tasca un solo centesimo a nessuno e come può vedere questo angolo di blog non monetizza nemmeno con pubblicità o altro, casomai qualcuno volesse attribuirmi di “speculare” sulle disgrazie altrui.

        Tutt’altro.

    4. Il diritto di famiglia in Italia, ma anche in tanti altri paesi occidentali, è fortemente sbilanciato a favore delle donne in caso di separazione/divorzio. Ma questo non è casuale.. alcuni dicono che sia stato fatto apposta, insieme ad altro (..) per distruggere le famiglie tradizionali. Ora qui non posso riportare se non solo con accenni quanto letto su un libro di Marco Pizzuti dal titolo “evoluzione non autorizzata”.
      Ebbene, questo disfacimento della famiglia “vera” sembra sia voluto da entità sovranazionali potentissime e ricchissime ebraiche, ma non solo, perché è un modo “pulito” , a norma di legge.., per spazzare via in pochi decenni gli europei cristiani (puntualizzo che sono ateo straconvinto) che sono i più grandi nemici degli Ebrei: questo detto da loro a più riprese.
      Nella città in cui vivo l’aula del tribunale riservata ai divorzi e, di conseguenza, a tutto ciò che inevitabilmente segue per l’affidamento dei figli è intitolata al noto finanziere ebreo Soros..
      Mi spiegate perché un ebreo ricchissimo dovrebbe interessarsi a questo in Italia? Cosa c’entra lui con le nostre vite e con quella dei nostri figli?
      Ebbene c’entra tanto, troppo.
      Leggete il libro di Pizzuti e capirete la grande manovra di annientamento sistematico portata avanti da questa gentaglia alle nostre culture e alle nostre famiglie NATURALI.
      P.S. Vi siete mai chiesti perché la TV è piena di gay, a vario titolo?

  2. Caro Marco hai perfettamente ragione , anch’io sono stato nella situazione di Ema , e me la sono cavata solo perché dietro a cospicua liquidazione, la ex moglie mi ha lasciato figli e casa , lo so sono fortunato a potermelo permettere ma , vorrei che a tutti i padri fosse data la possibilità di scegliere come e quanto stare con i figli in maniera equa .

    1. Faccio l’Avvocato e la ragione dì queste situazioni è sempre una: la legge è uguale per tutti ma non l’accesso alla giustizia.
      Scegliere il difensore errato può distruggere la vita. Per un affido esclusivo è evidente che ci siano stati motivi seri o non adeguatamente contestati.

      1. Sei avvocato, bene allora quale è il modo giusto di scegliere il difensore quando voi stessi vi proteggete e cooperate sotto banco, quando continuate ad incolpare il cliente di scelte che per lo più vengono fatte all’interno del discorso di fiducia tra cliente ed avvocato, quando comunicate attraverso e-mail riservate e personali non utilizzabili in giudizio. In più se, come cliente, decidi di cambiare difensore il giudice vede questo come negativo perché parte dal presupposto che tu stia cercando un professionista che avvalga ragioni fuori dagli schemi e che sia di carattere difficile. No mi spiace è troppo comodo dire frasi così quando avete un codice deontologico che fa acqua da tutte le parti perché il più delle volte non viene applicato o la pena equivale ad un buffetto sulla guancia. Bibbiano è stato creato da psicologi e psichiatri infantili ma protetto dagli avvocati.

      2. Un affidi esclusivo deve essere basato su motivazioni oggettive gravi e comunque può essere sempre contestato e rivisto. Certo un avvocato o un giudice “sbagliato” possono fare tanto. Rimane il fatto che esclusivo non significa esclusione assoluta dell altri genitore. Probabilmente lui era una persona fragile e sensibile e nn ha saputo metabolizzare e rispondere alla botta

  3. In realtà la colpa è anche della moglie. L’affidamento dei figli è a decisione del giudice quando tra i coniugi non vi è un accordo.

  4. Articolo senza senso , sconclusionato, fatto solo per avere un po’ di clickbait … hai messo insieme cose così lontane tra loro forzando una lettura ed una conclusione che non esistono. Lo stato non ha ucciso proprio nessuno, svegliati , che colpe cerchi di dare in giro? Per giustificare qualcosa o qualcuno?
    Rileggilo e magari cancellalo, se hai un po’ di coscienza

    1. Non leggo alcuna argomentazione che possa portare alla sua conclusione e non posso fare altro che non rispettare dato che mi è stato insegnato a rispettare solo ciò che merita rispetto.

      1. Nessuno di noi può sapere come sono andate le cose. Scrivere che è colpa di questo o di quello è sbagliato. Non sappiamo come mai si è suicidato. Se parli di rispetto impara a darlo tu per primo, soprattutto verso una persona sofferente che ha fatto un gesto estremo. Stai lanciando accuse entrando nel privato di una persona e della sua famiglia quando, come tutti noi, sei a conoscenza parziale dei fatti. In proposito c’è un video che invita a non entrare nel privato di Emanuele.

        1. Purtroppo l’argomento non è privato, ma sintomatico di una società piena di casi come quello di Emanuele. Io non entro nel privato ma mi baso sui fatti di cronaca di pubblico dominio.

    2. Quando si è di parte, e si vive con fette di mortadella sugli occhi, per parlare bisogna essere parti in causa, io lo sono e non ne parlo perché altrimenti mi arrestano, ma ne avrei da dire sui giudici, e sulle figure femminili in tribunale, delle frustrate, invidiose e anche un po’ narcisiste, la mia è una storia di 10 anni non ancora conclusa, con un solo risultato speso una follia in cause, pagato una montagna di soldi di mantenimento e di spese per studi e altro , tutti decisi unilateralmente dalla mia ex, e i figli che mi snobbano come se fossi un appestato, ma tutti i nodi arrivano al pettine, e da ora in poi sarò io a dettare le condizioni, io non mi suicidò, soffro ma lotto, e la mia forza è la voglia di ristabilire una giustizia alterata da un giudice, .

  5. Viviamo in un paese allo sbando con uno stato e dei giudici che non capiscono nulla, un papà viene trarsformato in un bancomat ,deve solo pagare e non avere neanche diritto di vedere i figli

  6. L’italia e’ famosa per le colpe della Mala GiustizziOPOLI !! storica !! sistematica !! ZERO CONTROLLI SUI GIUDICI INCAPACI !!

    Vedi una delle tantissime INGIUSTIZIE !!

    sul motore di ricerca con impegno e diligenza !! —- Carlo Massone Alessandria Denuncia a Napolitano Collaudi Truffa COLLAUDOPOLI !!

    TUTTO VERO !! NON SONO MAI STATO DENUNCIATO PER CALUNNIA !! DIFAMAZIONE !! MI SAREI DIFESO !! E DIMOSTRATO LA VERITA’ !! TROPPI MAGISTRATI CON IMPERIZIA ESTREMA !! CERTI DI RESTARE IMPUNIBILI !! SPREGIO ART. 580 C.P. ISTIGAZZIONE AL SUICIDDIO !!

    A 70 ANNI DEVO SOPRAVIVERE CON MISERA PENSIONE DI !! 400 EURO MESE !!

    TROPPI !! ERRORI GIUDIZIARI !! OMERTOSI CORROTTI !! ZERO RISARCIMENTOO !! SIKK !!

  7. Io ci sono passato…so perfettamente cosa significhi…le leggi sono vergognosamente garantiste nei confronti delle donne…a noi viene relegato il ruolo/diritto unico di essere dei bancomat ! O di andare alla caritas ! Poco importa di “noi” uomini e padri ! concordo sul fatto che Ema sia stato moralmente assassinato !
    Mi dispiace da morire per Ema…lo seguivo…per molti versi siamo simili…solarita’…allegria nonostante tutto…amiamo la vita…certo…fin che essa stessa non diventi un peso insostenibile…allora crechiamo la pace…come non capirlo…un giorno un’amico mi ebbe a dire che mi stimava…per la mia capacita’ di stare in serenita’ cuiusque dolorem…dicendomi…”la solitudine e’ dei grandi”…ma occorre sempre il momento giusto… purtroppo Ema e’ rimasto solo nel momento sbagliato.

  8. Che poi qualche emissario della famiglia (posso immaginare che parte della famiglia) ha avuto il coraggio di argomentare che l’affido esclusivo alla madre dei figli non c’entra nulla con la tragica scelta di Emanuele. Quale sarebbe la tesi? Quella che Emanuele ha tantissimi video recenti con cui gioca e si diverte con il figlio piccolo e che quindi era libero di vederlo quando voleva. Magnifico! E allora perché privarlo dell’affido? Posso fare un’ipotesi io che ne ho viste e sentite di tutti i colori? Non è per caso che l’affido esclusivo è stato richiesto e concesso per alzare l’asticella dell’assegno di mantenimento? Poi una volta emanata la sentenza e firmato il leasing/riscatto mensile l’ostaggio puoi vederlo quando vuoi, anzi ..,.,

  9. Al di là della vicenda di Ema, e’ l’articolo più bello e giusto che abbia mai letto riguardante il problema dell’ affido.

  10. Chi non lo prova sulla sua pelle non ha neppure una pallida idea delle sofferenze, del trauma, della tristezza, della frattura insanabile, del dramma di un genitore che viene privato della gioia di poter stare con i propri figli! Trattato come una qualsiasi pratica burocratica, con sentenze sbattute sul muso senza neppure guardarti negli occhi!!! Purtroppo non tutti sopportano tanto dolore…

    1. Esatto….tutti bravi a parlare. Di donne ce ne sono tante, di case c’è ne sono tante, è la qualità del tempo con i figli non la quantità……a questi auguro solo di trovarcisi!
      Ti tolgono ogni ragione di vita e sono pure pochi quello che resistono nonostante tutto

    2. D’accordo su tutto tranne sul fatto che la responsabilità non ricada anche sulla ex moglie di Emanuele, quando mi sono separato io e la mia ex moglie ci siamo seduti a tavolino a chiarire che nostro figlio non dovesse pagare le pene della nostra decisione, cosi abbiamo deciso la condivisione al 50%’…oggi grazie a questa scelta mio figlio è felice, io sono felice e anche la mia ex (ora diventata una cara amica) lo è!

  11. Non conosco la storia del suo matrimonio ma, facendo l’avvocato, mi viene difficile pensare che un giudice abbia affidato, con leggerezza, i figli alla moglie. La legge prevede, come regola, l’affidamento congiunto e l’esclusività ad un solo genitore è una eccezione che il giudice deve motivare accuratamente.
    Detto questo, quello che porta un uomo ad un gesto così estremo è sicuramente una sofferenza interna terribile. Dio solo sa quello che lo spinge a farlo e quello che passa. E proprio per questo non può essere che nessuno si sia accorto di quanto stesse soffrendo e, sinceramente, spero non sia stato lasciato solo…

  12. Non avete magari pensato che il giudice possa aver valutato la situazione di Ema, costantemente impegnato nei tour, nei corsi, programmi TV, ecc. e probabilmente impossibilitato a gestire 3 figli ? Non è facile giudicare senza sapere assolutamente nulla.
    Con questo mi spiace della sua morte quanto per un mio parente, pur non conoscendolo di persona, ma purtroppo non possiamo dire nulla…

    1. Il giudice ha valutato ? Bene che ci sia un’interrogazione e venga messo sotto indagine il giudice per valutare e capire se l’operato sia stato eseguito a regola d’arte. Invece questa cosa non verrà fatta, e nessuno indagherà il giudice. Questo non va.

    2. Esiste anche la condivisione dei figli, che permette di vedere e passare tempo con loro anche se non ci vivi insieme, mentre l’affido esclusivo alla madre, si traduce in…li vedi quando lo voglio io,, parlo per esperienza io mia figlia l’ho vista per 10gg in totale negli ultimi 5 anni, e ora lei mi incolpa di non averla cercata e di averla dimenticata, ho persino chiamato i carabinieri per poterla vedere, perché era un diritto sancito dal tribunale, ma neanche questo è stato rispettato, e fatta una denuncia, il giudice ha stabilito che fosse la figlia a decidere, ma se è minore e sotto la podestà materna, come può decidere se la madre dice no, i giudici sono delle capre ma a volte penso che sentenziano per vendetta personale contro gli uomini

    3. Eh già. Siccome uno si fa il mazzo per pagare mutuo, medico e bollette allora togliamogli i figli.
      Bisognerà stare a casa rifiutando ogni lavoro per dimostrare di essere padri degni e ottenere un affido condiviso e collocamento paritario (lei neanche conosce la differenza certamente). Peccato però che anche così il mantenimento lo devi pagare lo stesso altrimenti vai in galera

  13. Da padre separato posso dire che solo chi vive queste situazioni sà cosa comporta. Purtroppo come hanno detto altri siamo in balia di una legge italiana, vetusta e non al passo con i tempi, penalizza senza mezzi termini i padri. Lo chiamano affido congiunto , ma di fatto è quasi un affido esclusivo. Figli e casa vanno alla madre, un affidamento paritario non è mai contemplato, che il padre debba pagare un mutuo per una casa in cui non abita e che si debba fare carico di spese di affitto conta poco. Che le accuse/falsità di una madre sono sempre prese in considerazione mentre quelle del padre mai. Se una madre non concede la visita ai figli ad un padre è tollerato, viceversa il padre è processato e punito se non rispetta orari e giorni di visita. La madre può disporrre di assegno di mantenimento come vuole senza rendiconto. La madre può decidere su qualsiasi aspetto della vita sociale educativa dei figlie il padre deve sottostare altrimenti viene tacciato di non fare gli interessi dei figli o peggio essere un cattivo padre.
    Se il padre perde il lavoro e la madre imprenditrice non ha problemi economici a sobbarcarsi tutte le spese per i figli non gliene frega niente a nessuno, il padre deve comunque corrispondere l’assegno. E se non lo fà viene anche arrestato.
    Se il padre con un lavoro precario ha difficoltà a vivere con un misero stipendio chiede al giudice di adeguare l’assegno di mantenimento la risposta del giudice è “si trovi un secondo lavoro”.
    Quello che ho scritto è vita reale vissuta sulla pelle……non sono parole a caso, non sono situazioni astratte, non sono parole di avvocati che dicono che non può essere vero perchè la legge tutela…tutela chi…?
    Poi parlano di femminicidi……ma quanti sono causati dall’esasperazione dell’uomo?…e questa esasperazione da cosa è determinata?…..
    Orami c’è un perbenismo da fare schifo…….c’è una crociata a favore delle donne che ha valicato i confini del buonsenso e della giustizia. Non sono contro le donne anche se per me sarebbe facile farlo…..sono a favore della parità di condizione delle donne con l’uomo……ma forse sarebbe il caso di fare anche viceversa…….certo…tuteliamo le donne dalla violenza fisica degli uomini….ma perchè non tutelare gli uomini dalla violenza psicologica delle donne (che noi uomini in confronto siamo degli stupidi)……perchè in ambito famigliare la donna conta piu dell’uomo? una madre vale sempre piu di un padre…sempre.
    Finisco dicendo a molti che non lo sanno che l’italia sta pagando fior di quattrini sanzionata dalla Ue perchè non recepisce una direttiva europea che tutela i padri come le madri, che ritiene dopo studi e ricerche che l’affido dei figli
    e deve essere paritario sia nel tempo che nei modi tra padre e madre ( con alcune eccezioni naturalmente).Questo per la tutela psicologica dei figli in primis e dei genitori poi.
    Ai padri separati dico di non vergognarsi di rivolgersi a psicologi, associazioni di separati….possono aiutare a passare periodi bui……per molti le vacanze di natale sono una festa, per i padri separati sono forse uno dei momenti piu difficili dell’anno.
    Forza padri…..la vita è una sola……non lasciamoci andare allo sconforto.

  14. Ho visto e ho letto e sono scioccato da un fatto, da una situazione assolutamente inaccettabile. Lo stato che cosa ha fatto tramite le molteplici persone che lo compongono.? Nulla .! E Lui conn la sua sofferenza immensa se ne è andato lasciando tutti sgomenti e increduli possa essere successo.
    Ma non deve succedere mai più, non si puo’ togliere ad un uomo tutto quello che ha…………mai.! Io ho un figlio di 50 che mi detesta, ma so che è vivo e vegeto, avere un figlio e non poterlo vedere perchè lo ha deciso un’altro, questo è intollerabile.

  15. Io sono divorziato da 6 anni, il giudice sia in fase di separazione che divorzio ha stabilito l’affidamento congiunto di ns figlio. Ad oggi dopo quasi 7 anni mio figlio l’ho tenuto a casa con me un totale di 7 giorni… quando lo vedo devo stare fuori di casa (dove vive con la madre)…. la ex ha sempre trovato scuse per non farmelo tenere. Giudici e legali e fdo mi hanno detto che non posso fare nulla… se mio figlio non vuole passare tempo con me non c’è nulla da fare… la perizia dello psicologo ha stabilito che mio figlio è manipolato dalla madre che gli ha messo cose in testa e nonostante questo non posso fare assolutamente nulla… Noi padri siamo solo dei bancomat. Nessuno di noi sa cosa ha portato Ema ad un gesto così drastico ma posso capire il dolore di un padre per aver perso i figli. Le donne che usano i figli per ottenere qualcosa dagli ex mariti o semplicemente per arrecare danno andrebbero condannate…
    Se qualcuno sa dell’esistenza di un’associazione per aiuto a padri divorziati lo scriva…

    Saluti!!

  16. Quindi Marcoaldi per insultare a dx e sx conosce i motivi che hanno portato la toga a dare l’affidamento esclusivo (cosa che non avviene quasi mai, se non per motivi fondati).
    Ma vedo che è un’abitudine in questo blog.
    Mi ricorda un po’ Povia, che siccome non ha talento canta di tematiche delicate prendendo la posizione più scomoda, giusto per far parlare di sé.
    PS: adoravo Ema, ma se non si conoscono i fatti meglio star zitti, anche perché è stato richiesto dai suoi cari.

      1. Aridaje, sparare accuse a zero su ciò che non si conosce è proprio un vizio. È un hobby molto rischioso quando si fa in pubblico, ocio. Parlo del video che ti hanno menzionato anche sopra in cui si chiedeva riservatezza e di evitare di parlare a vanvera. Video che sicuramente non hai visto.

  17. Mi unisco al tuo pensiero, purtroppo ci stiamo isolando tutti, il sistema va rivisto e corretto, non riusciamo più a comprendere se una persona ha bisogno di aiuto.

Rispondi