Marcello Lonzi, due buchi in testa, otto costole rotte, sangue ovunque, ma per la magistratura il decesso in carcere fu causato da infarto.

DUE BUCHI IN TESTA, OTTO COSTOLE ROTTE, SANGUE OVUNQUE: MA PER I GIUDICI IL DECESSO DI MARCELLO LONZI, DETENUTO DAL CARCERE DELLE SUGHERE DI LIVORNO FU CAUSATO DA UN INFARTO. UNA STORIA DI MORTE NELLE MANI DELLE STATO LUNGA 18 ANNI Quando il compagno di cella di Marcello ritornò nell'unità detentiva lo vide riverso a terra in una pozza di sangue. Aveva ematomi su tutto il corpo e ferite sul volto. Era morto. Morto mentre era detenuto nel carcere livornese delle Sughere l’11 luglio del 2003. Morto nelle mani dello Stato, come tanti - troppi - prima e dopo … Continua a leggere Marcello Lonzi, due buchi in testa, otto costole rotte, sangue ovunque, ma per la magistratura il decesso in carcere fu causato da infarto.

Il Tifoso Andrea Serrani e le molestie alla giornalista Greta Beccaglia: “Ho fatto una cavolata, chiedo scusa”. Ecco perchè sto con Serrani.

C'è un detto dalle mie parti che non passa mai di moda che recita : "Lo troppo è come lo poco, ma però ne è de più", che banalmente indica che il troppo sia dannoso come il poco, e l'unica differenza sia l'eccesso. Nel corso di mezzo secolo, senza addentrarmi troppo nella cronistoria, siamo passati da un contesto sociale in cui la donna non veniva calcolata ne tutelata (basti pensare allo stupro sanato col matrimonio riparatore n.d.r.) ad un contesto sociale dove nulla è tollerato e anche solo un insulto buttato li di impeto in qualche contesto non consono … Continua a leggere Il Tifoso Andrea Serrani e le molestie alla giornalista Greta Beccaglia: “Ho fatto una cavolata, chiedo scusa”. Ecco perchè sto con Serrani.

DDL ZAN Bocciato. La fine di un Decreto di Legge inutile da sempre. Diamo uno sguardo dal punto di vista legale.

Punto e a capo. Se ne riparla nella prossima legislatura. Con 154 voti a favore, 131 contrari e 2 astenuti, il Senato ha approvato la cosiddetta “tagliola”, ovvero la proposta di non passare all’esame degli articoli del Ddl Zan. Il voto, a scrutinio segreto, ha di fatto affossato il disegno di legge, tra gli applausi dell’Assemblea. Si chiude quindi un capitolo durato quasi un anno, da quando il disegno di legge a firma del deputato PD Alessandro Zan era stato approvato alla Camera e inviato in Senato. Dibattiti, proteste, scontri, hanno accompagnato questi mesi e acceso la lotta all’interno dell’arena … Continua a leggere DDL ZAN Bocciato. La fine di un Decreto di Legge inutile da sempre. Diamo uno sguardo dal punto di vista legale.